Comitato etico

manifesto_vegan 

Gli organi del comitato sono:

  • responsabile (eletto dal consiglio direttivo)

  • assemblea formata dai membri promotori(organo sovrano del comitato)

  • figure utili agli scopi (nominate dal responsabile)

Si pone lo scopo desiderio di conservare la salute e l ‘omeostasi del benessere psicofisico degli individui; preservando la purificazione mentale e spirituale.
in un’epoca in cui ognuno rivendica i propri diritti, c’è da stabilire alcuni paramatri fondamentali:

le capacità di sentire (di provare sensazioni come piacere e dolore), di interagire con l’esterno, di manifestare una volontà, di intrattenere rapporti sociali, non siano prerogative della specie umana;

  • l’attribuzione di tali capacità agli animali di specie non umana comporta un cambiamento essenziale del loro status etico, da equiparare a quello normalmente riconosciuto agli animali di specie umana;
  • da ciò debba conseguire una trasformazione profonda dei rapporti tra individui umani ed individui non umani;
  • ogni essere senziente possiede diritti esistenziali che dovrebbero essere riconosciuti dall’umanità, indipendentemente dal loro modo di vivere, ovviamente diverso da quello umano.

Diventare vegano non è meramente un gesto simbolico. Non è neanche il tentativo di isolarsi dalle sgradevoli realtà del mondo, di mantenersi puro e senza responsabilità per la crudeltà e per la carneficina che ci circondano. Diventare vegano è il passo più concreto ed efficace che si può compiere per porre fine alle sofferenze animali e non umani, quanto alla loro uccisione…


Non bisogna essere fieri di seguire la massa, la propria opinione  è molto importante,fare ricerche personali è essenziale per comprendere la verità.

richiedi adesione al comitato(solo soci)

contatto diretto etico@veganidigaia.com